04 febbraio 2013

Test di presenza di piombo nei rossetti: una bufala?


Ciao a tutte, devo essere sincera con voi: vi confido che anch'io mi sono preoccupata parecchio alla notizia del piombo contenuto in molti rossetti.


La notizia è questa:
"Articolo scritto dal dott. Nahid Neman del reparto di senologia oncologica dell'ospedale Mount Sinai di Toronto.
Le marche di rossetto che contengono piombo sono:
- CHRISTIAN DIOR
- LANCOME
- CLINIQUE
- Y.S.L.
- ESTEE LAUDER
- SHISEIDO
- CHANEL (lip conditioner)
- MARKET AMERICA-MOTNES
- LIPSTICK
 
Più è alto il contenuto di piombo, più aumenta il rischio di cancro.
Fate attenzione ai rossetti che durano (sulle labbra) più a lungo, perchè contengono più piombo.
Ecco un test che potete fare da sole:
1. Mettete del rossetto sulla mano.
2. Usate un anello d'oro da strofinare sul rossetto.
3. Se il colore del rossetto diventa nero saprete che contiene piombo."

Prima di informarmi, io ho provato a fare il test e ho notato che funziona. Guardate un po':




Come ce lo spieghiamo? Ho voluto approfondire ed ho scoperto che alcuni metalli (per esempio oro, argento e rame), se strofinati contro una superficie, lasciano segni scuri. 
Questa bufala risale addirittura al 2003, Urban Legends di About.com e Snopes l'hanno analizzata e anche Attivissimo (sito italiano di "antibufale") lo ha fatto:
  • Non esiste nessun "Nahid Neman del reparto di senologia oncologica dell'ospedale Mount Sinai di Toronto".
  • Il piombo non ha il cancro fra i suoi effetti principali, causa semmai crescita ridotta, iperattività, calo dell'udito e danni cerebrali. Questo ci fa pensare quanto poco di medicina ne sapesse chi ha scritto l'appello.
  • Vi sono effettivamente tracce di piombo in alcuni coloranti utilizzati nei rossetti, ma si tratta di quantità minuscole (nel caso peggiore verificato, 0,65 parti per milione), al di sotto dei livelli ritenuti pericolosi; in proporzione, si tratta di livelli insignificanti rispetto alle altre fonti di inquinamento da piombo con cui veniamo a contatto.
  • L'effetto di lunga durata dei rossetti non dipende dalla presenza di piombo.
Infine, non è del tutto inesatto che alcuni rossetti contengano piombo, ma questi sono segnalati ufficialmente sul sito della FDA (Food and Drug Administration) con le relative percentuali di pb. Dateci un'occhiata e controllate se ne avete a casa qualcuno tra quelli in lista!

State tranquille dunque e ricordatevi che sulla confezione dei cosmetici esiste l'inci, leggetelo prima di acquistare qualsiasi cosa.
Buon (tranquillo) make-up!

11 commenti:

  1. Che sollievo! COmunque sono una nuova follower, ti va di seguirci? Il mio blog è www.thedeathberrybeauty.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. Per fortuna che è una bufala:) mi hai sollevata! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non poteva essere altrimenti! Quasi tutti i rossetti che sono "positivi al test"!
      Paola M

      Elimina
  3. sono andata anche io in paranoia l'anno scorso, ma che dovevo fare buttare metà dei miei rossetti ?non ho mai sentito nessuno che è morto perchè si truccava :)), post utilissimo :) baci

    www.ilmiomondobeauty.blogspot.it

    RispondiElimina
  4. queste bufale a quanto pare...a volte ritornano!
    Paola M

    RispondiElimina
  5. L'avevo già letta la smentita. Queste bufale mi indignano sempre, perché se non smentite possono mettere in cattiva luce aziende e non è una bella cosa!

    RispondiElimina
  6. thanks for stopping by, happy to follow you back!
    when you get a chance pop up on my facebook page and like if you like :)
    http://www.facebook.com/pages/A-Possible-Fantasy/269022619865057

    xx
    www.apossiblefantasy.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. Bel blog, ti va di passare da me e seguirci a vicenda?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...