13 novembre 2012

Review & swatch: YSL mascara Faux Cils "Shocking"


- Cos'è: mascara effetto volumizzante e “ciglia finte”
- Mi piacciono: il colore intenso, l’effetto volume pieno.
- Non mi piace: il prezzo, la durata
- Quanto costa:  € 27.90 per  6,4 ml
-INCI: Acqua, Paraffin, Potassium Cetyl phosphate, Cera alba/beeswax, copernica cerifera cera/carnauba wax, Acacia Senegal gum, Cetyl alcohol, Glcerin, Hydroxyethylcellulose, Sodium polymethacrylate, Hydrogenated jojoba oil, Phenoxyethanol, Phenethyl aclohol, Steareth-20, PEG/PPG-17/18 Dimethicone, Polyquaternuim-10, Panthenol, Synthetic fluorphlogophite, Disodium EDTA, Parfum.

Era giunta l’ora di comprare il mio primo mascara di marca, uno di quelli da mettere la sera per strafare, per avere un sicuro effetto scenografico.
Secondo me il mascara è la parte più importante del makeup e, di conseguenza, pur avendo io ciglia già lunghe sono sempre alla ricerca del mascara perfetto; anche se, a dire la verità, mi sono trovata spesso splendidamente con prodotti low cost ma dai risultati sorprendenti (ne parlerò...) Ma questa volta volevo IL mascara, quello “figo”.

Dopo varie crisi mistiche a zonzo tra gli espositori delle marche prestigiose disponibili, mi sono orientata verso la Yves Saint Laurent con il suo mascara di punta Faux Cils, del quale avevo già sentito le recensioni in generale più positive anche sul suo rapporto qualità-prezzo. 
Ho provato sia il classico che questa versione “2.0”, ovvero lo Shocking, che prometteva ciglia ancora più nere, più lunghe, più tutto insomma…
Inizialmente sono rimasta perplessa perché lo scovolino prelevava davvero molto prodotto, che era dì per se liquidino e quindi affatto a prova di errore. Mi ci è voluto un po’ per imparare a dosare la giusta quantità ed ottenere, in effetti, un risultato incredibile:ciglia davvero nerissime, lucide, lunghe e volumizzate, che sembravano davvero finte.

Alla fine, anche complice il packaging dorato e lussuoso, e il suo odore piuttosto buono per un mascara, mi sono quindi decisa per lo “shocking”, poi  sfruttato con successo per almeno un paio di mesi.
Io ho acquistato la tonalità N°1 “Noir Profond”, ma la gamma colori ne comprende altri 5:

N°2 Noir Cendre
N°3 Noir Bronze
N°4 Noir Abysse
N°5 Noir Burlat
N°6 Noir Jade

Tengo a sottolineare che questo  mascara è abbastanza liquido e per chi non ha molta manualità è difficile da stendere senza macchiarsi la palpebra, perché asciuga abbastanza lentamente. Non me la sentirei di consigliarlo come primo mascara.
Per le persone più esperte, invece, con un minimo di confidenza si possono ottenere degli effetti veramente interessanti!
Insomma, ne decantavo le lodi a destra e a manca, ho addirittura convinto un’ altra persona a comprarlo nonostante il prezzo…
Poi, ahimè, la tragedia!
Dopo il secondo mese di utilizzo mi sono accorta che il tappino, impiastricciato nel bordo di mascara, non permetteva una buona chiusura del prodotto e quindi dovevo stringere per bene dopo ogni applicazione, oltre a pulirlo ogni tanto.




Operazione che non è servita a molto , visto che il mascara si è inesorabilmente seccato dopo appena un paio di settimane in cui non l’ho usato.La stesura è completamente cambiata, da un mascara fin troppo liquido mi son ritrovata invece una sbobba pastosa impossibile da applicare.Non l’ho ancora buttato perché con molta pazienza riesco ancora ad ottenere un risultato abbastanza decente, risultato che mi impongo di ottenere visto che non voglio buttare i quasi 28 euro che ho speso per il mio primo mascara di marca.
Questo è comunque il risultato che ottengo con due/tre passate molto caute (con e senza flash):

 


Io ho le ciglia molto lunghe ma molto chiare, quindi l' effetto finale che mi serve è nero e volumizzante.
In definitiva, anche se sono partita con i migliori propositi e che per qualche tempo “gli ho voluto davvero bene”, non consiglio l’ acquisto, perché anche se sembra scontata come conclusione in fin dei conti ci sono molti altri mascara, di marca e non, che raggiungono un risultato pari o superiore e durano ben di più.

A presto!


Sara T.

6 commenti:

  1. concordo pienamente con te sul fatto che i mascara low cost alla fine sono quelli che danno più soddisfazione, proprio perchè non ti aspetti un granchè e poi invece...a differenza di quelli di marca che poi molto spesso deludono più che altro per quello che ci hai speso...anche io l'ho provato tempo fa ma la versione precedente e non mi aveva entusiasmato...come dior per esempio....però concordo...fa figo!!eheh buona giornata!!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi hai tolto le parole di bocca.. "fanno figo"! XD buona giornata anche a te!!

      Elimina
  2. grazie per essere passate dal mio blog! ricambio con piacere il follow!

    RispondiElimina
  3. io mi son trovata bene l'anno scorso con questo mascara ma di quelli piu costosi per me il migliore è il lash queen di helena rubinstein...dei low cost il kiko ultratech :-) se ti va passa da me,io mi sono iscritta al tuo blog e sarebbe bello tu seguissi il mio! eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono molto i Kiko, specialmente il Volume Attraction, non ho mai provato invece nessun mascara di HR... magari ci farò un pensiero! Grazie del consiglio :-) Sara

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...